sabato 13 luglio 2013

PAELLA DE MARISCO (PAELLA AI FRUTTI DI MARE)

Paella de Marisco

Cari amici oggi ho fatto per la primissima volta nella mia vita la Paella. L'ho mangiata in vari posti, perchè pur essendo un piatto tipicamente spagnolo, ormai la troviamo in molti ristoranti anche italiani. Pensate che questo piatto oggi considerato particolarmente prelibato, nacque come piatto umile della cucina popolare della campagna della Comunità Valenciana. Veniva preparato in casa, condito con gli ingredienti a disposizione in quel momento. Il riso abbondava, per il resto si arrangiavano con ciò che trovavano! Alla fine del XIX cominciò ad essere servita nei chioschi delle spiagge di Valencia e Alicante. Tra le numerose versioni della paella, conosciamo tutti la Valenciana, che vede come ingradienti principali (oltre al riso) carne, pollo, verdure varie. Io oggi vi propongo la paella de marisco, conosciuta in Italia come Paella marinara, composta esclusivamente da frutti di mare e molluschi.

INGREDIENTI











PROCEDIMENTO

La paella si chiama così perchè viene preparata in una specie di padella, la paellera appunto, che è un tegame molto largo con i bordi bassi, e che anche io userò oggi! Anzitutto preparo il fumetto di pesce. Metto le cozze e le vongole in 2 pentole e le lascio schiudere. Pulisco gamberi e calamari.
Inizio ora la preparazione del riso: verso l’olio nella paellera, aggiungo gli scampi e i gamberoni giusto il tempo di farli dorare, e poi li lascio da parte in caldo.

Ora preparo un trito di cipolla e aglio e faccio soffriggere con dell' olio, aggiungo  i calamari tagliati ad anelli e lascio cuocere per 10 minuti. Trascorso questo tempo, verso la passata di pomodoro, salo e aggiungo pepe e peperoncino.
Ora verso tutto il fumetto nella paellera. E' il momento di calare il riso. Se durante la cottura il riso assorbisse troppo fumetto, aggiungete qualche mestolo di acqua delle cozze. Lascio cuocere a fiamma vivace per i primi 10 min poi abbasso per la seconda parte della cottura che deve essere più lenta. A 5 minuti dalla fine cottura unisco i gamberi e gli scampi che ho fatto saltare prima, (io oggi ho usato solo gamberi) e la bustina di zafferano. Quando il riso sarà cotto, anche le cozze e le vongole. Ovviamente va servita nella paellera, decorata con gamberi, cozze e qualche fetta di limone! Abbino a questo piatto un pregiato Grillo Cantine Settesoli, vino bianco delicato, con note di fiori d'arancio e sentori di ananas e di limone, perfetto per accompagnare formaggi e piatti a base di pesce.


Grillo Cantine Settesoli

25 commenti:

  1. Fantastica , invitante .. da provare sicuramente .. sento già il profumino.Azzeccato il vino bianco Grillo Settesoli , ottimo abbinamento.

    RispondiElimina
  2. Grazie per la guida utilissima della Paella, foto eccezionalmente chiare ed esaustive. proverò a farla utilizzando i tuoi ottimi ingredienti, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina.
      è un piatto semplicissimo da fare, anche se dall'aspetto sembrerebbe molto elaborato.

      Elimina
  3. che buona la paella , adoro i piatti di mare e la tua ricetta è molto invitante ,complimenti

    RispondiElimina
  4. Complimenti un piatto molto appetitoso, peccato che dalle mie parti e' difficle trovare il pesce fresco, la farei anch'io.

    RispondiElimina
  5. non l'ho mai cucinata la paiella pensando che fosse difficile grazie agli ingredienti elencati e alle tue dettagliate spiegazioni ci posso provare anch'io

    RispondiElimina
  6. Un piatto degno di un ottima cuoca, complimenti
    ti rubo la ricetta i piatti a base di pesce sono i miei preferiti, grazie

    RispondiElimina
  7. Hi! Lovely blog and great post! I would like to invite you to know my blog, do you like? ;) www.mvesblog.com

    RispondiElimina
  8. Io l'ho mangiata a Palma de Majorca anni fa quando andai in viaggio di nozze. E' un piatto buonissimo simile al nostro risotto di mare, ma molto più ricco!

    RispondiElimina
  9. Michela Romano13 luglio 2013 22:44

    Mamma mia che meraviglia questo piatto!
    Pensavo fosse difficilissima da fare la paella, invece come l'hai spiegata tu sembra semplice. Ci vuole solo un pò di tempo!

    RispondiElimina
  10. Wow che meraviglia, io adoro la paella e poi spiegata da te mi viene voglia di copiarti e di farla!

    RispondiElimina
  11. Pesce, crostacei e frutti di mare il no plus ultra della cucina Italiana... Complimenti ricetta gustosissima, per fortuna trovandomi in località di mare non ho problemi a reperire gli ingredienti anche a costi moderati, considerando certi prodotti, quando sono freschi, costano un occhio della faccia... Grazie

    RispondiElimina
  12. in una sola parola uno Spettacolo...complimenti davvero :)

    RispondiElimina
  13. Se me lo metterei avanti lo mangerei tutto...mi piace da morire ottimo anche l'abbinamento del vino!

    RispondiElimina
  14. Adoro questo piatto, tu lo hai impiattato benissimo sembra di essere in un ristorante spagnolo!

    RispondiElimina
  15. è talmente invitante che anche se ho appena cenato mi ci tufferei dentro. Col pesce fresco poi deve essere buonissima :) proverò a farla anche io :)

    RispondiElimina
  16. Adoro la Paella e questa ha un magnifico aspetto.Mi piace molto la scelta del vino che conosco,ma che non ho mai assaggiato.Ora segno la tua ricetta e la provo con questa bottiglia.
    Grazie.

    RispondiElimina
  17. Molte volte ho cucinato la paella, ma con pollo, pesce e costine di suino è molto più saporosa!
    Proveró la tua ricetta, appena possibile, ciao Carmen.

    RispondiElimina
  18. Bellissima questa paella e...mi sa pure buonissima.Oggi è lunedì e non c'è pesce fresco, ma domani compro e faccio certamente :-)

    RispondiElimina
  19. meraviglia questa paella, mi piacerebbe provare farla. Mio marito mi comprerebbe un gioiello se gli preparassi un piatto cosi'! ihih

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ti conviene farla cara Gianna!

      Elimina
  20. Questa paella è uno spettacolo!!! Complimenti

    RispondiElimina
  21. non sapevo che prendesse il nome dalla pentola n cui si cucina ,è comunque una delizia da vedere ,purtroppo io non riesco più a gustarmi i cibi per le mie nuove fobie ,mi fa venire l'acquolina ma non riuscirei a mangiarla :(

    RispondiElimina
  22. ma sai che la paella è uno dei miei piatti preferiti....ma di solito mi limito a mangiarla al ristorante salamanca qui a Fi oppure a casa la compro buitoni..non mi son mai dilettata...in questo piatto certo non facile ...ma questa tua...dice !mangiami! me la segno..se passa un po' il caldo magari mi ci metto...di impegno..e chissa' che non venga bene!

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento.
Si precisa che qualsiasi commento che contenga SPAM o pubblicità sarà censurato o cancellato senza preavviso.