martedì 25 giugno 2013

TROFIE con la NDUJA

La 'nduja è un insaccato tipico del paese di Spilinga, località in provincia di Vibo Valentia, in Calabria, di consistenza morbida e dal gusto particolarmente piccante. Preparata con le parti grasse del maiale, con l'aggiunta del peperoncino piccante calabrese, è insaccata nel budello cieco (orba), per poi essere affumicata. 


Questo piatto che ho preparato oggi è per chi ama i sentori decisi, volendo potreste stemperare la piccantezza della Nduja con dei pomodorini pachino, o creando un sughetto di pomodori freschi. Io questa volta ho voluto proporre un matrimonio di sapori liguro-calabri in purezza. E' un piatto estremamente facile e veloce da preparare, vi consiglio di abbinarlo con un bel prosecco dissetante! Eccovi gli ingredienti: 


INGREDIENTI
  • 400 gr di trofie Compagnia del Pesto
  •  5 fettine di Nduja dop calabrese
  •  basilico fresco a piacere
  • 4 cucchiai di acqua di cottura
Pasta Compagnia del Pesto
Come vi dicevo il piatto è semplicissimo da prepare. La materia prima è talmente gustosa e ricca di sapore che non ha bisogno di altri condimenti. Buttate le trofie in acqua bollente non salata. In una padella preparate il sughetto, facendo sciogliere a fiamma media 5 fettine di nduja con 4 cucchiai di acqua di cottura della pasta. Dopo pochi minuti la nduja si sarà sciolta a mò di sughetto e sarà pronta per condire la pasta. Scolate bene le trofie e fatele mantecare direttamente in padella con la nduja. Impiattate e decorate con dei ciuffetti di basilico fresco. Il piatto è davvero eccezionale, vi consiglio un buon vino bianco, bello fresco! Per questo piatto ho utilizzato le trofie di Compagnia del Pesto, potete acquistare le trofie ed altri formati di pasta direttamente on line sul sito: www.pesto-genovese.it,  provatele perché è una pasta davvero eccezionale, di grande qualità, che abbraccia benissimo tutti i sughi e tiene la cottura perfettamente.

11 commenti:

  1. Che prelibatezza *_*, nonostante io sia vicina la Calabria questo prodotto non lo conoscevo,devo rimediare ;o)

    RispondiElimina
  2. Conosco la nduja perchè mio marito è di Reggio e spesso quando scendiamo giù per le vacanze ne prendiamo una scorta!

    RispondiElimina
  3. che buono questo piatto, io adoro il piccante. Lo devo fare, solo che da me non si trova facilmente la n'duja calabrese :(

    RispondiElimina
  4. Ciaooo Carmen! complimenti per questa grafica fresca e assolutamente invitante..
    Conosco bene la n'dujia calabrese spesso ci faccio gli spaghetti quelli un pochino piu' grossi!
    Anche nella pizza mi piace:)

    RispondiElimina
  5. wow che bello il blog cosi',mi piace molto questa grafica :) il piatto è davvero buono e da buona calabrese conosco benissimo la nduja...complimenti per l'ottimo piatto :)

    RispondiElimina
  6. Che buono questo piatto si fa mangiare con gli occhi! A me piace molto il piccante e la Nduja è un salume che adoro!

    RispondiElimina
  7. Anche io li faccio così ti consiglio di provare anche la versione con il sugo di pachini o la ricotta. Poi mi dirai come sono.

    RispondiElimina
  8. il blog l'hai rinnovato,brava , che buona ricetta hai fatto.

    RispondiElimina
  9. Non conoscevo neanche la nduja è la prima volta che ne sento parlare nella mia vita. E non ho 20 anni! Deve essere una prelibatezza, spero di provarla presto, magari in un viaggetto nella bella calabria :)

    RispondiElimina
  10. Da vero amante della nduja non immagini cosa darei per il piatto da te preparato. Le trofie poi sono uno dei miei formati di pasta preferiti

    RispondiElimina
  11. complimenti per la ricetta, eppure non conoscevo questo brand, il tuo piatto parla da sola.....mmmm gnam....

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento.
Si precisa che qualsiasi commento che contenga SPAM o pubblicità sarà censurato o cancellato senza preavviso.