venerdì 29 marzo 2013

I RAFAIUOLI COTTI NEL FORNO A LEGNA

     

Care amiche io sono una donna molto fortunata sotto certi aspetti, vivo in un posto d'Italia dove ancora la tradizione delle nostre nonne è rimasta intatta. E proprio dalle mie nonne ho imparato a preparare questo dolce Pasquale, povero, preparato con pochissimi ingredienti, che costa pochissimo, ma nella preparazione deve abbondare: pazienza, amore, attenzione e tempo.
Un dolce che si può preparare anche nel forno a gas, ma il risultato e la magia nel prepararli non sarà la stessa che vi mostrerò ora tramite le immagini che ho scattato per voi!


INGREDIENTI
  • 10 uova intere
  • 800gr farina MolinoRonci
  • 8 cucchiai di olio evo Dante
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di zucchero
  • Per la glassa
  • zucchero a velo qb
  • Limone
  • acqua


PROCEDIMENTO

Sbatto le uova con lo zucchero e il sale con un mixer. Aggiungo l'olio, e pian piano la farina a cucchiaiate. Impasto bene il tutto con le mani. Una volta che il composto è ben lavorato prendo delle piccole qualtità di composto e creo delle palline, con la pressione del pollice al centro della pallina creo un foro. E formo delle ciambelline. Le lascio riposare per una notte, coperte con un canovaccio. Per il forno della cucina, vi consiglio di infornare a 170x25 minuti, controllateli, appena imbruniscono toglieteli dal forno. Per il forno a legna, forno caldo per 30 minuti. Dopo 5 6 ore potete cospargerli con la glassa di zucchero preparata semplicemente con zucchero a velo, limone e acqua. La cosa stranissima di questo dolce, come potrete vedere dalle immagini, è che durante la cottura crea una spaccatura a metà, e prende la forma che vedete quaggiù nell' immagine, cosa che ovviamente non accade nel forno a gas! Magie del forno a legna!!! Vi auguro una serena Pasqua di cuore ;)


20 commenti:

  1. mmm dall'aspetto sembrano buonissimi non li ho mai provati complimenti

    RispondiElimina
  2. sono belli grandi, noi li facciamo + piccoli,,comunque bella ricetta pasqualina...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si noi li facciamo grandi e poi si dividono e si offrono!

      Elimina
  3. che bello avere un forno a legna è il mio sogno , farei tante cose buone.. questi dolci mi piacciono sembrano i taralli inzuccherati,anche da noi in puglia si fanno ,che buoni

    RispondiElimina
  4. da noi c'è qualcosa di simile si chiamano mustazzuole,che bontà!

    RispondiElimina
  5. che brava che sei sai fare proprio di tutto ti faccio i miei complimenti mi prendo la ricetta provo a farli a mio marito piacciono tantissimo la farina che hai usato non la conosco ma la cerco per vedere com'è grazie Anto.

    RispondiElimina
  6. non li avevo mail visti questi dolci che belli

    RispondiElimina
  7. sono spettacolari ed hai ragione la cottura nel forno a legna è tutta un'altra cosa...baci ;)

    RispondiElimina
  8. che buoni, li facciamo anche da me ma sono più piccoli...
    nel forno a legna viene tutto a meraviglia e poi i cibi hanno un sapore unico e speciale!!

    Buona Pasqua anche a te Carmen!!

    RispondiElimina
  9. Da noi nelle Marche si fanno un pò più grandi ma con lo stesso procedimento, e la glassa viene decorata con zuccherini e confettini colorati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bella idea, il prossimo anno li faro' cosi'!

      Elimina
  10. bellissimi e le immagini parlano da sole auguri a te

    RispondiElimina
  11. Bellissimo il forno a legna, non conoscevo questo dolce è una scoperta per me!
    Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  12. I dolci poveri sono i migliori!

    RispondiElimina
  13. Anche da me in puglia c'è la tradizione di preparare i "taralli zuccherati" come dolce Pasquale. Li ho assaggiati anche con il cioccolato al posto dello zucchero e devo dire che sono favolosi!!

    RispondiElimina
  14. che belli questi dolci, poi nel forno a legna si sa viene tutto meglio!

    RispondiElimina
  15. Ciao Carmen, che bello questo post...ricco di sapori e tradizioni antiche!
    Le foto del forno a legna e i tuoi dolci fatti come una volta sono davvero emozionanti!
    Bravissima, non li conoscevo ma saranno sicuramente buoni anche per la farina che hai utilizzato!

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento.
Si precisa che qualsiasi commento che contenga SPAM o pubblicità sarà censurato o cancellato senza preavviso.